Home

Il portale della Protezione Civile della Città di Airola si pone come obiettivo la diffusione della conoscenza dei rischi insiti nel territorio ed i corretti comportamenti da adottare.

La consapevolezza e la conoscenza dei Cittadini è la cultura di Protezione Civile.

CAMPANIA WEATHER

Avviso di Allerta incendio industriale

Nel caso di incendi di fabbriche, capannoni, edifici industriali, depositi, discariche ecc. non è sempre immediatamente possibile stabilire cosa contengano i fumi.
La combustione di materiali diversi può produrre sostanze nocive che posso creare dall’irritazione agli occhi e all’apparato respiratorio, fino alla morte nei casi in cui si tratti di sostanze chimiche altamente tossiche.

Ecco cosa fare:

  • allontanarsi dalla possibile direzione dei fumi
  • se in casa chiudere le imposte
  • se in casa usare stracci bagnati per sigillare le imposte
  • attendere eventuali messaggi delle autorità prima di uscire

È importante allontanarsi dai luoghi che possono essere investiti da fumi. Nel caso questo non sia possibile è opportuno chiudere adeguatamente le imposte, eventualmente ponendo degli stracci bagnati nelle fessure ad esempio nella parte bassa e alta degli scuri e poi richiuderli in modo da ottenere un migliore isolamento.
Al termine dell’emergenza provvedere a ripulire con abbondante acqua le superfici che possono essere venute a contatto con i fumi stessi.
Non è possibile stabilire con precisione le sostanze che vengono combuste dal colore o densità del fumo ma questa tabella riassume le principali (e non esclusive) origini d’incendio in relazione al colore del fumo:

Green Pass, dove serve e dove no dal 15 ottobre

Dal 15 ottobre l’obbligo di green pass a tutti i lavoratori

Il decreto è stato varato dal Cdm giovedì 16 settembre ed entrerà in vigore il 15 ottobre, per poi scadere il 31 dicembre, data della fine dello stato d’emergenza. Prevede l‘obbligo di green pass per tutti i lavoratori (ecco le regolenel settore pubblico e privato, compresi gli autonomi e partite Iva. 

Che cosa cambia però nelle altre situazioni? Dove serve il green pass e dove no?

Da ieri sono anche online le faq del governo che fanno chiarezza sulle linee guida da adottare sui posti di lavoro, sui controlli e sulle multe.

Dal 15 ottobre chiunque entrerà in bar e ristoranti dovrà esibire la certificazione verde. Sia i clienti, secondo le regole già in vigore, che intenderanno consumare al tavolo al chiuso. Sia i lavoratori, come cuochi e camerieri, che accederanno ai locali per esercitare la propria professione. Rimangono invariate le disposizioni riguardo la consumazione al banco e all’aperto, per cui il green pass non è necessario. A controllare che personale e clienti siano in regola con la certificazione saranno i titolari, che incorreranno anche loro in sanzioni amministrative se dovessero trasgredire le disposizioni.

  • Trasporti infraregionali: le misure sul green pass obbligatorio per i passeggeri sono già in vigore. Chi intenda viaggiare a bordo di mezzi infraregionali dovrà esibire la certificazione verde. Ciò include aerei, autobus, treni e navi. Dal 15 ottobre invece il green pass verrà chiesto anche ai lavoratori impiegati nel settore dei trasporti. Dunque, a titolo esemplificativo: conducenti, controllori, piloti, membri della crew.
  • Trasporti locali: i passeggeri che intendono avvalersi del trasporto locale non devono presentare il green pass. Ciò si riferisce ad autobus di linea, metro e mezzi che collegano le località all’interno di una stessa regione, inclusi i traghetti per le isole minori e per lo Stretto di Messina. Dal 15 ottobre il green pass verrà chiesto solo ai lavoratori impiegati nel trasporto locale, finora esenti, ma non ai passeggeri.

Tutti i lavoratori di esercizi commerciali e supermercati saranno obbligati a presentare il green pass, dal 15 ottobre, per poter svolgere le proprie mansioni. I clienti, invece, saranno ancora esenti dall’obbligo. Potranno dunque fare shopping o la spesa senza essere muniti della certificazione verde.

fedeli che vorranno frequentare i luoghi di culto potranno farlo senza dover esibire il green pass. Restano però in vigore le regole anticontagio, come il distanziamento, l’obbligo di indossare la mascherina e di disinfettare le mani all’ingresso.

Anche i lavoratori dei centri estetici, dei parrucchieri e barbieri o dei saloni di bellezza dovranno essere muniti di green pass dal 15 ottobre. Non vale lo stesso, invece, per i clienti, che potranno accedere ai locali senza mostrare la certificazione verde.

Non sono molti, quindi, ma ci sono ancora dei luoghi in cui non è necessariocome fruitori di serviziesibire la certificazione verde. Questi sono:

  • Centri di culto
  • Centri estetici
  • Negozi e supermercati
  • Uffici pubblici
  • Medico e dentista
  • Luoghi all’aperto in cui fare sport
  • Piscine

Come per il 2020 la pianificazione delle attività è particolarmente rilevante in relazione all’epidemia Covid-19. Scarica l’infografica con i consigli su come affrontare il caldo durante la pandemia.

Allerta Colate di Fango


Stato di Allerta

Nessun Stato di Allerta


Situazione Aggiornata alle ore 02:27 del 27-10-2021

AIROLA WEATHER

Gruppo Comunale di Protezione Civile di Airola - "Servizio Ambulanza"

TI ACCOMPAGNIAMO NOI.....

Servizio di trasporto ambulanza gratuito per le persone non autosufficienti e disabili, programmato, tramite istanza da effettuarsi presso il servizio di protezione civile almeno due giorni prima

Scarica l’app per il tracciamento dei contatti promossa dal Ministero della Salute. Sviluppata nel pieno rispetto della normativa italiana ed europea a tutela della privacy, l’app rappresenta un supporto tecnologico che si affianca alle iniziative già messe in campo dal Governo per limitare la diffusione del virus Covid-19 e aumentare…

Piano Comunale di Protezione Civile

Videos

LINK UTILI

Visitor Counter
002347
Users Today : 0

Follow us on Twitter

Follow us on facebook